Cerca
Menu
    Menu Chiudi
    Torna...

    Coco Chanel

    Coco Chanel

    Il 10 gennaio 2021, è stato il 50esimo anniversario della scomparsa di Coco Chanel.

    Gabrielle Bonheur Chanel è nata il 19 agosto del 1883 in un ospizio dei poveri a Saumur (Francia).

    Il padre Albert era un venditore ambulante, dopo che rimase vedovo, decise di portare i suoi cinque figli presso la casa della propria madre che, non avendo le disponibilità economiche per occuparsi dei suoi nipoti, i bambini maschi, vennero mandati a lavorare in una azienda agricola, mentre le sorelle, furono affidate alle suore.

    Proprio qui, nacque la sua passione per il bianco e per il nero, ispirata dall’ambiente nel quale ha vissuto la sua infanzia e la sua prima età.

    Superata l’età massima per restare in orfanotrofio, Gabrielle frequentò una scuola di apprendimento delle arti domestiche a Notre Dame.

    Compiuti i diciotto anni, iniziò a lavorare come commessa in un negozio di biancheria, dove approfondisce la sua capacità di cucito, che apprese dalle suore di Notre Dame.

    Inoltre, per mantenersi, cantava anche in un caffè- concerto, però la sua carriera da cantante non durò molto, in quanto le sue doti non erano molto apprezzate.

    Per diversi anni, fu amante di Etienne Balsan, un ex ufficiale di cavalleria figlio di imprenditori tessili, con lui si trasferì presso il suo castello dove le insegnò ad apprezzare i vestiti, i diamanti, il lusso.

    Propri qui, conobbe Boy Capel, un industriale di Newcastle che si occupava dell’esportazione di carbone, alla fine i due si innamorarono e andarono a vivere insieme a Parigi.

    Capel, credeva profondamente in Chanel e finanziò la sua prima attività.

    Dopo aver ottenuto nel 1910 la licenza da modista, aprì un negozio Chanel Modes, al numero civico 21, in un quartiere elegante di Parigi dove, al tempo, non vendeva vestiti ma cappelli.

    La sua fortuna arrivò nel momento in cui un importante attrice teatrale, Gabrielle Dorziat, indossò in un’opera uno dei suoi cappelli.

    Successivamente, tra il 1913 e il 1915, aprì due negozi vendendo abbigliamento sportivo.

    Il suo stile era già rivoluzionario, amava il jersey, un materiale a maglia flessibile, che ebbe un grande successo.

    I vestiti erano fluidi, composti da paillettes e piume e si ispiravano all’abbigliamento maschile perché considerato da lei stessa più comodo.

    Gli affari andarono a gonfie vele, e aprì nel 1918 una boutique con vestiti, cappelli, accessori, gioielli per poi aggregare anche i profumi.

    Nel 1921, realizzò il famoso profumo Chanel N° 5 , che incarnava appieno il concetto di femminilità e raffinatezza.

    Nel 1924, venne registrato il marchio CHANEL e il logo delle due C intrecciate.

    Purtroppo, durante la Seconda Guerra Mondiale, venne considerata una sostenitrice della dittatura nazista, questo rappresentò un duro colpo per lei, perché costretta a chiudere la sua sede di Rue de Cambon, lasciando aperto solo il negozio che vendeva profumi.

    Purtroppo, questo portò al licenziamento di 4000 donne lavoratrici che non si davano pace e cercavano di contrastarla continuamente.

    A 71 anni, nel 1955 ritorna sulla scena lanciando un classico iconico: L’Iconic bag Chanel 2.55.

    Una borsa dal pellame unico realizzata con i più nobili materiali e molto amata dal pubblico.

    Purtroppo, il 10 gennaio 1971 venne trovata morta nella camera dell’Hotel Ritz, aveva 87 anni.

    Coco Chanel, si è distinta per aver posto in primo piano i dettagli nelle sue creazioni, e sono stati propri questi a fare la differenza.

    Disprezzava la moda e le tendenze del momento, e questo la aiutata nel suo successo.

    La realizzazione di un bricolage, unendo elementi maschili a quelli femminili, le hanno fatto realizzare un qualcosa di totalmente nuovo ed unico.

    Inoltre, le sue relazioni amorose con uomini molto ricchi, le hanno consentito di vedere e di vivere il lusso, dal quale ha appresso la sua carriera.

    CURIOSITA’:

    -          L’appellativo Coco è nato dalla canzona che cantava nel caffè – concerto, chiamata Qui qu’a vu Coco

    -          Nel 1935, Coco fu la prima donna ad indossare un capo unisex

    Cosa aspettate? Passate su ZonaCommerce e all’interno della categoria apposita, potrete trovare alcune delle sue straordinarie invenzioni!

    Acquista sicuro, sostieni i tuoi commercianti!

    Categoria “Chanel” solo su ZonaCommerce:

                        CHANEL

    Commenti
    Lascia un commento Chiudi